Giusy D'Ambrosio la psicologa del benessere

Dr.ssa Giuseppina D’Ambrosio Psicologa in:

  • Laureata in Psicologia
  • Master in psicologia dello Sport
  • Psicologa formatrice: ideare, progettare e realizzare percorsi formativi all’interno di strutture aziendali e socio-sanitarie sia pubbliche che private.
  • Esperta in test del sociogramma e in psico-genealogia
  • PNL
  • Psicologa Biointegrata
Iscritta all’albo dell’ordine degli psicologi Abruzzo 

Nella mia esperienza lavorativa, mi sono prefissata di interessarmi alla crescita individuale e comunitaria della persona umana.
Non di rado mi è capitato di accorgermi che i pazienti , di fronte al mondo postmoderno, reagiscono ognuno secondo la propria storia e un certo percorso di ideazione della qualità di vita.
La domanda ricorrente è quella di saper come affrontare il problema di idoneità personale di fronte alle varie sfide della vita sociale, familiare, professionale e di convivenza civile.

Molti pensano che i problemi sono più numerosi delle soluzioni, i difetti più abbondanti delle qualità, le possibilità di successo minori dalla valanga dei fallimenti, la tristezza più dominante del sorriso.
Quale è la verità? Cosa può raggiungere il singolo nella situazione esistenziale propria.

La proposta mia parte da una unica e potente convinzione: puoi diventare ciò che vuoi. Non è una idea, ancora meno una ideologia.
È il grido interiore delle qualità abbondanti che ognuno di noi possiede.
A tal punto che “Io non mi preoccupo di mantenere la qualità della mia vita, perché ogni giorno lavoro per migliorarla. Mi sforzo continuamente di imparare, e di fare nuove e importanti distinzioni sul modo di aggiungere valore alla mia vita e a quella degli altri. Questo mi dà la sicurezza di poter sempre imparare, di potermi sempre sviluppare e crescere”. (Anthony Robbins)

Da anni mi occupo del benessere delle persone, aiutandole a conoscere i propri talenti:

  1. Puoi affermare la tua identità e raggiungere un equilibrio interiore
  2. Puoi curare il tuo linguaggio interno facendolo diventare un linguaggio positivo su te stesso
  3. Puoi raggiungere un equilibrio esterno, per realizzare la tua unica vita, ottimizzando al contempo il tuo rapporto familiare e vivere al meglio nel tuo contesto sociale.

Io credo che

  1. Hai dentro di te desideri profondi e sogni che vuoi realizzare e qualche volte ti arrendi di fronte alle difficoltà che ti remano contro. Ti abbatti e arrivi a pensare che niente è più possibile. Sei davvero sicuro? Hai valutato bene le tue risorse?

Se sei d’accordo con me, cominciamo a pensare che

  1. In te ci sono delle forze che se orientate in una direzione positiva capiterà che: “l’unica persona che sei destinato a diventare è la persona che decidi di essere”. (Ralph Waldo Emerson).
  2. Puoi raggiungere l’ottimo. Perciò chiediti, cosa posso migliorare della mia vita?

Ti propongo una regola d’oro: per una migliore qualità di vita: Non accontentarti di ciò che sei e di ciò che hai. 

“Mai nulla di splendido è stato realizzato se non da chi ha osato credere che dentro di sé ci fosse qualcosa di più grande delle circostanze”.

Bruce Barton

 

Ho costruito questa regola d’oro partendo da alcune osservazioni scientifiche che ti possono interessare:

La persona umana ha una sua struttura fatta di aspetti biologici, psicologici e dentro di sé è ricco di una sua spiritualità.
Non sono reparti stagni. Sono interdipendenti.
Pertanto la nostra regola d’oro è fondata sulla possibilità dell’armonia tra loro.
Infatti se qualcosa non va a livello biologico, o psicologico, o strutturale o spirituale tutto il resto del nostro essere in qualche modo ne risente.
Bisogna cercare l’armonia.

Vedi per esempio: dopo un master in psicologia dello sport mi sono interessata alla psicogenealogia, che si occupa dei vissuti dei nostri antenati e dei nostri genitori.
Noi non siamo delle isole assestanti che viviamo in mezzo ad un mondo siamo invece il frutto della storia dei nostri antenati, come ereditiamo i tratti somatici attraverso il DNA cosi per modo di dire ereditiamo alcune emozioni, quando dentro di noi avvertiamo un senso di malessere sconosciuto, forse abbiamo ereditato.
E capiterà che si fanno fare scelte che non ci appartengono oppure capitano cose inspiegabili e ripetibili in famiglia, ciò che già Anne Ancelin Schutzenberger fondatrice della psicogenealogia chiamava “sindrome da anniversario”.
Grazie agli studi della psicogenealogia ho scoperto che la Schutzenberger adotta con i suoi pazienti le tecniche della PNL, quindi ho iniziato a cercare cos’era questa PNL (Programma NeuroLinguistica).
Si è rivelata ottima per capire bene la propria identità, i propri valori e i valori distorti che diventano convinzioni limitanti che ci fanno sostare troppo a lungo nella nostra area di confort e così ci perdiamo tante opportunità.
La PNL è come una panacea: si occupa di risolvere ansie, depressioni, attacchi di panico, fobie, paure e comportamenti compulsivi.
non finisce qui, cerca di trarre tutte le migliori risorse che sono dentro di noi.
Ti aiuta anche a risolvere quei dolori che sono sepolti nel tuo inconscio e che in automatico ti fanno fare sempre gli stessi errori o ti fanno vivere sempre lo stesso malessere.
Ti aiuta a aumentare la tua autostima e a definire i percorsi per realizzare il tuo progetto di vita.

Io adotto la PNL anche per scoprire il livello di amore per il proprio compagno o compagna o per trovare risorse nuove per migliorare il rapporto.
Ho scoperto poi che la PNL veniva impiegata anche nella medicina biointegrata e così oggi sono anche una psicologa biointegrata scritta all’associazione SiMeb (Società Italiana Medici biointegrati).
Oltre alcune nozioni mediche di base, ho arricchito la mia ricerca della qualità di vita con le prospettive della morfopsicologia e dell’enneagramma, strumenti che aumentano la possibilità di comprensione.

Poiché i contrasti della vita ci recano ogni tanto qualche danno emotivo, ti voglio aiutare anche: a risolvere le problematiche generazionali, ansia, attacchi di panico, fobie, depressioni, dipendenze (in particolare da internet e mass-media), paure infondate, sbalzi d’umore; scarsa motivazione, bassa autostima; disagi relazionali figli-genitori, coppia, amici e lavoro; difficoltà ad elaborare il dolore.

Ti posso quindi aiutare:

  1. a prendere le giuste decisioni nell’ambito della vita professionale e sentimentale;
  2. migliorare il proprio progetto di vita nel quotidiano;
  3. avere maggiore sicurezza e stima di te;
  4. saper progettare al meglio la tua vita;
  5. migliorare le tue proprie abilità manageriali o saper tenere meglio le prestazioni d’aula;
  6. capire quale disagio il nostro corpo sta vivendo e qual’è il nostro rapporto con la spiritualità.

C’è una vita soltanto per ognuno di noi la nostra. (Euripide)

Testimonianze

Mi presento mi chiamo, Giovanna, non mi vergogno di andare da una psicologa.
Per me è come andare da un’amica e parlare tranquillamente.  Con lei non mi sono sentita a disagio sapeva sempre cosa dirmi e capirmi, ed io mi sentivo…

Mi chiamo Stefania, avevo 33 anni, quando una mattina mi sono svegliata e non mi sentivo bene, e da quel giorno è cominciato tutto. La prima cosa che ho fatto, mi sono recata dal dottore di famiglia perché lui mi conosceva…

Mi chiamo Lorenza, e qualche anno fa ho sentito l’esigenza di parlare con uno psicologo, mia sorella mi ha consigliato la dottoressa D’Ambrosio che aveva conosciuto seguendo alcune sue conferenze. Così spinta da…

Contatti

Chiudi il menu